skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

I deputati chiedono garanzie di concorrenza leale per lo status di economia di mercato alla Cina

Nel dibattito di martedì mattina con Consiglio e Commissione tutti i deputati hanno sostenuto che, in base ai criteri UE, "la Cina non è un'economia di mercato". Il dibattito si è incentrato su come l'UE debba contrastare qualsiasi concorrenza sleale della Cina dopo l'11 dicembre 2016 quando, secondo il protocollo di accesso all'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC), saranno previsti cambiamenti nelle inchieste di difesa commerciale.

Bandiera cinese e Grande MuragliaLa bandiera della Repubblica popolare cinese sventola con la Grande Muraglia sullo sfondo.
Bandiera cinese e Grande Muraglia

La maggior parte degli oratori ha evidenziato che la Cina sovvenziona le sue aziende, non è trasparente per quanto riguarda gli aiuti di Stato e offre prezzi bassi delle esportazioni "chiaramente" non determinati dalla domanda e dall'offerta. Hanno inoltre sottolineato che la sua capacità produttiva in eccesso alimenta le esportazioni a basso costo verso l'UE che creano un danno economico, in particolare per il mercato siderurgico, dove centinaia di migliaia di lavoratori ora temono per il loro lavoro.

Il Parlamento voterà una risoluzione giovedì.

Leggi l'intero articolo
 

Pubblicato il 10 maggio 2016