skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Migranti: maggiore sicurezza per le donne richiedenti asilo

Nella risoluzione votata oggi in plenaria, i deputati sostengono che una riforma delle politiche di migrazione e di asilo dell'UE deve comprendere misure di genere per garantire la sicurezza delle donne che chiedono asilo, molte delle quali viaggiano con bambini piccoli e altre persone a carico. La violenza di genere dovrebbe essere un motivo valido per richiedere asilo nell'UE, sottolineano gli europarlamentari.

"Questa risoluzione evidenzia la situazione eccezionalmente vulnerabile delle donne rifugiate nell'Unione europea. Sono fuggite dalla persecuzione nei loro Paesi d'origine, intraprendendo un viaggio pericoloso per raggiungere un luogo sicuro. Al loro arrivo nei centri di accoglienza queste donne già vulnerabili - possono essere state vittime di violenza sessuale, di traffico o di altri crimini violenti - e devono affrontare ulteriori ostacoli che aggravano la loro posizione", ha dichiarato la relatrice Mary Honeyball (S&D, UK).

La risoluzione è stata approvata con 388 voti favorevoli, 150 voti contrari e 159 astensioni.

Il Parlamento ha inoltre approvato una risoluzione sull'integrazione della dimensione di genere nei lavori del Parlamento europeo, elaborata da Angelika Mlinar (ALDE, AT) con 453 voti favorevoli, 173 voti contrari e 79 astensioni.

Continua a leggere
 

Articolo pubblicato martedì 8 marzo 2016