skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

RegionEuropa: domenica 2 aprile 2017 ore 11.30 su Rai3

Pubblichiamo in questa pagina l'Anteprima di RegionEuropa, il settimanale della TGR RAI dedicato all'attualità europea, che racconta il rapporto delle istituzioni locali e dei territori italiani con le Istituzioni europee.

Gli effetti pratici della Brexit, una volta conclusa nel 2019 la separazione della Gran Bretagna dall’Unione Europea, non interesseranno solamente le questioni “macro”, quelle fra gli stati, ma avranno ripercussioni anche nei territori locali, sia a livello di istituzioni che del vivere quotidiano : salteranno, con ogni probabilità, le migliaia di gemellaggi, i rapporti bilaterali di cooperazione soprattutto nel campo degli scambi fra studenti e dell’istruzione più in generale, e probabilmente vi saranno ripercussioni anche sulle attività produttive ed economiche. Per questo il Comitato delle Regioni europee ha chiesto a Mr. Brexit, il francese Michel Barnier incaricato dalla Commissione Europea di gestire l’intero dossier, di essere coinvolto nelle scelte che saranno adottate: e quali saranno queste scelte lo spiega a RegionEuropa, il settimanale europeo della Tgr a cura di Dario Carella, in onda domenica 2 aprile su Rai 3 dalle 11,30 a mezzogiorno il portavoce delle regioni europee Pierluigi Boda.

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia e il Vice Presidente del Consiglio regionale del Friuli VG Franco Iacop, in due interviste realizzate a Bruxelles nel corso della sessione plenaria del Comitato delle Regioni UE dedicato appunto alla Brexit, dicono di augurarsi che L’Europa sappia mantenere una posizione equilibrata nei confronti della Gran Bretagna, che abbia al centro soprattutto gli interessi dei cittadini. E’ questo l’argomento su cui, nella rubrica “L’opinione di” RegionEuropa ha raccolto il commento di Marcello Missaglia, docente dall’Università Europea del Lavoro di Bruxelles, e da Aosta quello di Gian Paolo Maneghini, direttore dell’Ufficio del Parlamento Europeo in Italia.  

Il settimanale europeo della Tgr propone quindi la fotografia della Lombardi, capofila di un reseau di regioni UE nel campo dell’industria 4.0 : il Vice Presidente della Regione Fabrizio Sala spiega come questa filiera si integrerà con i progetti già avviati della macroregione alpina.  
Un reportage di Antonio silvestri affronta quindi la delicata problematica dei rapporti fra i pescatori italiani e le misure decise da Bruxelles per il settore: infatti giovedì scorso a Malta I Paesi del Mediterraneo hanno firmato un intesa al termine della Conferenza “MedFish4Ever” con l’obiettivo di seguire regole comuni per il settore della pesca, regole che i Paesi UE rispettano già ma non quelli della sponda nord dell’Africa. Il Presidente di Federcoopesca, Paolo Tiozzo, che ha partecipato alla Conferenza, fa il punto sulle priorità per i pescatori italiani, calcolando che l’UE finora ha tenuto più in conto le grandi flotte che la piccola pesca, che nel nostro Paese raggruppa ben l’80 per cento del settore. “Aiutare la pesca – ha detto Tiozzo – significa anche aiutare territori che vivono fondamentalmente di questa attività imprenditoriale” e l’Europa deve tutelare maggiormente i pescatori.

Altro argomento al centro della puntata di RegionEuropa la sanità dove, per fortuna, l’Italia dei territori non è alla ribalta sulla stampa europea solo per i casi di malasanità: a Trescore Balneario in provincia di Bergamo, l’ospedale “Sant’Isidoro” gestito dalla Onlus Europea Ferb è infatti un esempio virtuoso di rapporto pubblico–privato ed è indicato fra le prime “best practicises” europee del settore, soprattutto per la cura delle malattie neurodegenerative, quali l’Alzheimer, per cui si affianca, in collaborazione con le Università di Diusburg, Bruxelles e Liegi, un protocollo innovativo non farmacologico che mettendo al centro la riabilitazione della persona ammalata, la restituisce ad una vita sociale e familiare. Il racconto di questa eccellenza sanitaria in Europea con Maria Cristina Rizzetti, neurologa, Mara Zanni psicologa e il professor Franco Cammarota, amministratore delegato di Ferb Onlus Ue.  

In conclusione della puntata di RegionEuropa, la rubrica di Antonio Silvestri “Ue, imprese e territori”, spazio realizzato in collaborazione con la Rete Enterprise Europe Network: tanti appuntamenti per le PMI con l’obiettivo di conoscere nuove opportunità offerte dall’UE e iniziative di internazionalizzazione.

Tgr RegionEuropa,a cura di Dario Carella,ed in onda la domenica dalle ore 11,30 a mezzogiorno su Rai 3 ed in diretta live streaming sul web ai siti  www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.blog.rai.it

 

Il contenuto di questa pagina riflette le opinioni della redazione del settimanale europeo RegionEuropa. La pubblicazione è a titolo informativo.

Pubblicato il 31.03.2017