skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

A Bruxelles un seminario per giornalisti su migrazione e asilo

Martedì 8 e mercoledì 9 dicembre il Servizio stampa del Parlamento europeo organizza un seminario per la stampa dedicato alla legislazione su migrazione e asilo, in un momento in cui l'Europa si trova a dover gestire un importante flusso di migranti e rifugiati. Secondo i dati dell'agenzia frontex, oltre 710.000 persone, la maggior parte provenienti da Siria, Afghanistan ed Eritrea, sono arrivati ai confini europei nei primi nove mesi di quest'anno. Segui la diretta. Twitta con #EPonMigration.

Centinaia di migliaia di persone che fuggono da guerra e povertà stanno viaggiando verso l'Europa in cerca di salvezza e di un futuro migliore. L'Unione europea sta cercando l'approccio migliore a questo aumento dei flussi migratori senza precedenti, e i deputati stanno facendo pressione perché sia approvato un sistema di asilo globale ed equilibrato.

Nel dicembre 2014 il Parlamento ha approvato una risoluzione in tal senso, e chiesto un maggiore sforzo per prevenire le morti in mare. I deputati hanno anche chiesto, in una risoluzione votata ad aprile 2015, di istituire quote per la distribuzione dei richiedenti asilo tra paesi UE, un maggiore contributo finanziario a sostegno del programma, una migliore cooperazione con i paesi esterni all'UE, e misure contro i trafficanti di vite. A luglio il PE ha approvato un budget extra per aiutare le agenzie UE che cooperano nella gestione dei migranti.

Il 9 settembre i deputati hanno sostenuto misure temporanee di emergenza per riallocare un numero iniziale di 40.000 richiedenti asilo da Italia e Grecia in altri paesi membri dell'UE. In una risoluzione adottata il giorno successivo, i deputati hanno accolto favorevolmente una proposta della Commissione europea presentata nel corso del dibattito sullo Stato dell'Unione, e si sono dichiarati pronti a lavorare su un progetto di legge per strutturare una solida politica di migrazione e asilo.

Successivamente i deputati hanno sostenuto una proposta per il trasferimento di 120.000 richiedenti asilo da Italia, Grecia e Ungheria. Molti di loro hanno criticato l'attitudine degli Stati membri, chiesto un'azione urgente e un meccanismo a lungo termine per la gestione dei fenomeni di migrazione e asilo.

In una risoluzione dell'ottobre 2015, il Parlamento ha votato a favore di un budget extra (401,3 milioni di euro) per gestire la crisi dei rifugiati. I fondi saranno destinati ai paesi UE maggiormente implicati nell'accoglienza, ai paesi non UE che ospitano il maggior numero di rifugiati siriani, e alle tre agenzie - Frontex, EASO ed Europol - direttamente coinvolte nella gestione dei rifugiati.