skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Etichetta d’origine per i manufatti tradizionali di qualità

Con la risoluzione non vincolante votata oggi in plenaria, i deputati chiedono che il regime UE di protezione dell'indicazione geografica (IG) sia esteso dai prodotti agricoli ai beni prodotti localmente e a quelli artigianali frutto di conoscenze tradizionali. Ciò sosterrebbe lo sviluppo economico locale, rilancerebbe il turismo, rafforzerebbe la fiducia dei consumatori e contribuirebbe a preservare il patrimonio culturale e il know-how tradizionale.

©Unione europea 2014 - Parlamento europeo
©Unione europea 2014 - Parlamento europeo
 .

"Accolgo con favore l'ampio sostegno del Parlamento all'appello per una migliore protezione del know-how locale. Estendere la protezione delle indicazioni geografiche a livello europeo sarebbe utile non solo per i consumatori, ma anche per il turismo, la cultura, l'occupazione e il commercio. Spetta alla Commissione europea occuparsi del caso, e mi auguro che presenti al più presto la sua proposta, già nell'ambito della strategia di mercato interno della Commissione prevista entro quest'autunno", ha affermato la relatrice Virginie Rozière (S&D, FR).

La risoluzione è stata adottata 608 voti favorevoli, 43 voti contrari e 43 astensioni.

Continua a leggere
 

Articolo pubblicato il 6 ottobre 2015