skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Nuovi prodotti alimentari: Il PE semplifica le regole per favorire l'innovazione

Semi di chia, flavonoidi derivati dalla Glycyrrhiza glabra o proteine di colza sono tutti stati riconosciuti ufficialmente come "nuovi prodotti alimentari". Mercoledì, i deputati hanno approvato la semplificare delle procedure di autorizzazione per immettere nel mercato unico i nuovi alimenti (novel food). Il testo deve essere ancora votato dal Consiglio.

© European Union 2015 - European Parliament
© European Union 2015 - European Parliament

Il regolamento UE sui nuovi prodotti alimentari risale al 1997. Da allora, si sono aggiunti dei nuovi alimenti e ingredienti. Una revisione del regolamento è quindi necessaria per seguire a livello normativo i progressi scientifici e tecnologici. La risoluzione legislativa è stata approvata con 359 voti a favore, 202 contrari e 127 astenuti.

Il testo approvato dalla plenaria sarà ora sottoposto al Consiglio dei Ministri UE. Nel caso quest'ultimo intenda modificarlo, ci saranno ulteriori negoziati fra le due autorità legislative.

I nuovi prodotti alimentari sono prodotti come gli insetti o i nanomateriali, ma anche funghi, alghe e nuovi coloranti. Sono prodotti attraverso nuovi metodi, cibi o alimenti innovativi realizzati con nuove tecnologie e processi di produzione. Il cibo tradizionalmente consumato al di fuori dell'UE è anche classificato come un "nuovo alimento".

Per saperne di più
 

Articolo pubblicato il 28 ottobre 2015