skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Questa settimana al PE le attività di commissioni e gruppi politici

Questa settimana si riuniscono le commissioni parlamentari a Bruxelles. I deputati si confronteranno sulla crisi migratoria, voteranno l'utilizzo degli OGM e il bilancio dell'UE per il  2016. La Conferenza dei presidenti del Parlamento discuterà giovedì della richiesta da parte della Grecia di coinvolgere il PE nella revisione del terzo programma di prestito. I gruppi politici si prepareranno per la sessione plenaria della prossima settimana a Strasburgo.

Bruxelles, il Parlamento europeo
Bruxelles, il Parlamento europeo

Giovedì mattina, 3 settembre, la conferenza dei presidenti - il Presidente Martin Schulz e i presidenti dei gruppi politici al PE - discuterà la proposta, avanzata negli scorsi giorni da Alexis Tsipras, che il Parlamento europeo entri a far parte del cosiddetto "quartetto di creditori" che devono sorvegliare sull'effettiva attuazione del piano di misure concordato dal governo greco per ricevere gli 86 milioni di euro di aiuti.

La discussione prevista col direttore esecutivo di Frontex, Fabrice Leggeri, sullo stato di attuazione delle regole per la sorveglianza marittima delle frontiere esterne dell'UE, prevista per giovedì mattina in commissione Libertà civili, è stata aggiornata ad altra data. Tali regole sono state approvate dal Parlamento europeo nel 2014 (leggi il comunicato stampa).

Intanto già lunedì, gli eurodeputati della commissione Affari esteri discuteranno della dimensione esterna dell'attuale crisi migratoria.

La commissione Agricoltura darà la sua opinione su una proposta per consentire o meno agli Stati membri di decidere se ammettere nel proprio territorio cibo e mangimi prodotti con organismi geneticamente modificati. La commissione Ambiente darà il suo parere finale sulla proposta nei prossimi mesi, prima che quest'ultima venga discussa in plenaria.

Questa settimana, 11 commissioni voteranno la loro posizione sulla procedura di bilancio dell'UE per il 2016. Tre di loro hanno già votato lunedì 31 agosto, altre otto lo faranno giovedì e nelle prossime settimane seguiranno altre votazioni. Il voto in plenaria sulla posizione del Parlamento, stabilita dalla commissione per il Bilancio, si terrà nel mese di ottobre.

Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker terrà il 9 settembre di fronte al Parlamento europeo il suo primo discorso sullo Stato dell'Unione, presenterà un bilancio di quanto fatto dall'inizio del suo mandato e parlerà delle sfide per l'anno a venire. In vista di questo appuntamento, gli eurodeputati discuteranno questa settimana le posizioni dei rispettivi gruppi politici.  

I gruppi politici prepareranno la sessione plenaria che si svolgerà dal 7 al 10 settembre a Strasburgo.
Oltre al discorso di Juncker cui si è già accennato, si voterà sulla ricollocazione di almeno 40.000 rifugiati e richiedenti asilo da Italia e Grecia in altri paesi dell'Unione europea, sul commercio di pellicce di foca, sulla clonazione di animali, sui diritti fondamentali nell'Unione europea e sulla proposta di iniziativa dei cittadini sul diritto all'acqua. Il Consiglio presenterà inoltre la sua posizione sul progetto di bilancio generale dell'UE per il 2016.

 

Articolo pubblicato l'1 settembre 2015