skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Approvati in commissione bilanci gli aiuti per i lavoratori licenziati

I deputati della commissione per i bilanci hanno approvato lo stanziamento di oltre 14,6 milioni di euro per aiutare oltre 7.300 lavoratori licenziati in Belgio, Germania e Italia, a ricollocarsi sul mercato del lavoro. Si tratta di aiuti dal Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG). Il Parlamento nel suo insieme e il Consiglio dei ministri dell'UE devono ancora adottare questa decisione.

Bruxelles, il Parlamento europeo visto da Place de Luxembourg (© European Union 2015 - EP)
Il Parlamento europeo a Bruxelles

L'intervento del FEG riguarderà i lavoratori di due case automobilistiche, la Ford in Belgio e la Opel in Germania, e di Alitalia.

La Opel, azienda tedesca produttrice di autovetture di classe piccola e media, vendute a prezzo medio, ha chiuso la fabbrica a Bochum in Germania per ridurre la produzione in eccedenza in seguito al calo del 39% delle vendite tra il 2007 e il 2013. Tale chiusura ha causato circa 2.900 licenziamenti, 2.692 dei quali potrebbero beneficiale del FEG per un valore di 7 milioni di euro. (Relatore Jens Geier - S&D, DE)

Il Belgio ha chiesto il sostegno del FEG per l'ondata finale di licenziamenti da parte di Ford e di 11 dei suoi fornitori, in seguito alla chiusura dello stabilimento di Genk. La chiusura è dovuta al calo della produzione di vetture private e della vendita di nuove automobili nell'Unione europea, principalmente a beneficio di fabbricanti asiatici. Il Belgio chiede 6,3 milioni di euro per aiutare 4.500 ex-dipendenti a trovare un nuovo impiego, dopo avere già ricevuto nel 2013 - allo stesso scopo - 570.000 euro a seguito della prima ondata di licenziamenti. (Relatore Paul Rübig - EPP, AT)

Con queste richieste da parte di Belgio e Germania salgono a 22, dal lancio del programma nel 2007, le domande di sostegno al FEG per il settore automobilistico.

La richiesta italiana vale 1,4 milioni di euro ed è la seconda per il settore del trasporto aereo (dopo Air France nel 2013). La compagnia di bandiera Alitalia ha dovuto licenziare oltre 1.200 lavoratori, principalmente a causa di una diminuzione della sua quota di mercato del trasporto aereo di passeggeri internazionali. La maggior parte dei licenziamenti ha colpito la regione Lazio. L'Italia ha chiesto l'intervento del FEG per aiutare i 184 lavoratori con maggiori difficoltà a trovare nuovi posti di lavoro. (Relatrice Monika Vana - Verdi/ALE, AT)

 

Articolo pubblicato il 29 settembre 2015