skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Annunciate le nomine al Premio Sakharov 2015

Percorsi differenti ma comune volontà di difendere la libertà di pensiero: i candidati al Premio Sakharov 2015 del Parlamento europeo sono stati annunciati giovedì. Saranno formalmente presentati lunedì 28 settembre nel corso di una riunione congiunta delle commissioni affari esteri e sviluppo e della sub-commissione diritti dell'uomo. Il vincitore del premio si conoscerà in ottobre.

Poster del Premio Sakharov esposto al Parlamento europeo di Strasburgo
Il poster del Sakharov al PE di Strasburgo

I candidati possono essere proposti da un gruppo politico o da almeno 40 deputati. Le commissioni parlamentari per gli Affari esteri e per lo Sviluppo voteranno per scegliere tre finalisti il 15 ottobre.

La Conferenza dei presidenti (presidente del PE e presidenti dei gruppi politici) sceglierà il 29 ottobre il vincitore. La cerimonia di consegna del premio avverrà a Strasburgo il 16 dicembre 2015.

Il Premio Sakharov per la libertà di pensiero, così denominato in onore del fisico sovietico e dissidente politico Andreï Sakharov, è stato istituito nel dicembre 1988 dal Parlamento europeo.

Esso intende rendere omaggio a individui e organizzazioni che abbiano contribuito alla lotta per i diritti umani e le libertà fondamentali, in particolare il diritto alla libertà di espressione.

 

Chi sono i candidati

Raif Badawi, un blogger saudita condannato alla prigione, a una punizione corporale e una pesante multa per aver insultato i valori islamici sul proprio sito web de Free Saudi Liberals (Liberali Sauditi Liberi).

I prigionieri politici in Venezuela e l'opposizione democratica incarnata da Mesa de la Unidad Democrática, una coalizione elettorale formata nel 2008 per consolidare il partito di opposizione del presidente Hugo Chávez.

Edna Adan Ismail, ex-ministro, fondatrice e direttrice dell'ospedale per la maternità Edna Adan nella città di Hargeisa in Somalia, lotta per l'abolizione della pratica della mutilazione genitale femminile.

Boris Nemtsov, fisico russo, ex-vice primo ministro e leader dell'opposizione, assassinato a febbraio a Mosca.

Nadiya Savchenko, pilota militare ucraina, membro della Rada e della delegazione ucraina presso l'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa. Catturata e trasferita illegalmente, è attualmente in carcere in Russia.

Edward Snowden, esperto di informatica ed ex-dipendente dell'Agenzia nazionale di sicurezza degli Stati Uniti (NSA), ha rivelato numerosi dettagli sui programmi di sorveglianza di massa.

Antoine Deltour, ex-revisore dei conti di Price Waterhouse Coopers, ha rivelato ai giornalisti i LuxLeaks, gli accordi fiscali segreti tra alcune società multinazionali e il Lussemburgo.

Stephanie Gibaud, ha rivelato le pratiche di evasione fiscale e riciclaggio di denaro della banca svizzera UBS AG, quando era impiegata presso UBS France.
 .
Premio Sacharov 2015: la lista dei candidati
 

Pubblicato 11 settembre 2015