skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Il PE chiede un sistema di asilo UE centralizzato e vie legali per l'immigrazione

Con il voto di martedì, il Parlamento europeo sostiene che un sistema di asilo centralizzato permetterebbe all'UE di gestire meglio i crescenti flussi di migranti e di richiedenti asilo. I deputati propongono l'utilizzo di percorsi legali officiali che garantiscano ai cittadini di Paesi terzi l'ingresso nell'Unione, senza dover rischiare la propria vita e ricorrere a trafficanti di esseri umani.

Plenaria di Strasburgo, 12/4/2016 - Kashetu Kyenge e Roberta Metsola
Plenaria di Strasburgo, 12/4/2016 - Kashetu Kyenge e Roberta Metsola
 .

In una risoluzione non vincolante, i deputati riconoscono il fallimento del sistema esistente di asilo nel far fronte al sempre crescente numero di arrivi di migranti e chiedono una revisione di fondo del cosiddetto sistema di Dublino.

Propongono dunque l'istituzione di un sistema centralizzato per la raccolta e l'assegnazione delle domande di asilo. Lo schema, che potrebbe includere una quota per ogni Stato membro dell'UE, dovrebbe funzionare sulla base di "punti di crisi" (hotpost), a partire dai quali dovrebbe aver luogo la distribuzione all'interno dell'Unione.

La risoluzione, redatta da Roberta Metsola (PPE, MT) e Kashetu Kyenge (S&D, IT), è stata approvata con 459 voti favorevoli, 206 voti contrari e 52 astensioni.

Continua a leggere
 

Pubblicato 12 aprile 2016