skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

RegionEuropa: Domenica 11 dicembre 2016 ore 11.30 su Rai3

Settimanale della TGR RAI dedicato all'attualità europea, con focus sui territori locali italiani e le loro istituzioni a confronto con quelle dell'Ue, secondo il principio di sussidiarietà, uno dei pilastri della costituzione dell'UE e del Trattato Interistituzionale in vigore.

Banner di RegionEuropaBanner con il logo della Trasmissione con  sullo sfondo delle finestre adornate di fiori
Banner con il logo della Trasmissione con sullo sfondo delle finestre adornate di fiori

“L’alleanza strategica fra socialisti e popolari che per oltre cinquant’anni ha retto le sorti del Parlamento europeo si è esaurita a causa della svolta a destra del PPE: per questo noi socialisti rivendichiamo la presidenza del Parlamento europeo e, per ottenrela, ci rivolgeremo a tutte forze politiche escluse quelle neofasciste, neonaziste, xenofobe ed antieuropeiste, in modo da cambiare le politiche europee. L’austerità è finita, è giunto il tempo di rilanciare l’occupazione, chiudere il capitolo della finanziarizzazione dell'economia, mettere l’inclusione sociale al centro delle nostre leggi”. Così la Capogruppo del PD al Parlamento europeo Patrizia Toia spiega e commenta la decisione del gruppo dei socialisti e dei democratici al Parlamento europeo di indicare per acclamazione Gianni Pittella quale successore del tedesco Martin Schulz.

Pittella, riconfermato questa settimana a Bruxelles sempre per acclamazione Capogruppo degli europarlamentari socialisti, “è la persona migliore che potessimo indicare per la sua grande esperienza e per la sua capacità di essre un uomo del fare, che mantiene e fa quello che dice, quello che serve oggi per fermare le derive populiste ed antieuropeiste che si agitano così forte in Europa", spiega ancora Patrizia Toia nella puntata di domenica 11 dicembre di RegionEuropa, il settimanale europeo della Tgr curato da Dario Carella e in onda su Rai 3 dalle 11,30 a mezzogiorno, e in diretta streaming sul web su www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.blog.rai.it.

Ed infatti, non a caso, nelle istituzioni dell’UE si continua a ragionare sui risultati dell’ultimo sondaggio Eurobarometro che ha visto crescere anche fra i cittadini storicamente europeisti per definizione, ossia gli italiani, l’euroscetticismo. A RegionEuropa, che andrà in onda negli studi del CPTV Rai di Milano, Mario Martucci, sociologio sociale già consulente della Berger Internazionale Consultant, la maggiore società al mondo di verifica delle pubbliche opinioni, spiega che “i sondaggisti non hanno la palla di vetro e i sondaggi fotografano solo un momento specifico della realtà, in uno spazio temporale ben definito. E’ per questo che subiscono gli umori mutevoli delle opinioni pubbliche. Bisogna fare attenzione ad usarli e il valore di un sondaggio come quello fatto da Eurobarometro consiste nella metodologia d’approccio: non sondaggi telefonici a risposte multiple, necessariamente brevi e còlte mentre il soggetto del focus sta facendo altro, ma un sondaggio vis à vis, con domande a risposta scritta, che obbligano intervistatore e intervistato a essere concentrati sul questionario. E' così che negli anni settanta si sono sempre ascoltate le pubbliche opinioni, anche da parte dei partiti, mentre da quando la politica è diventata un prodotto da “vendere” e basta, il sondaggio è stato vittima delle opinioni mutevoli che cambiano ora per ora, e per questo meno affidabile” .

Un reportage di Antonio Silvestri porta invece i telespettatori nel mondo delle biotecnologie: promosso da Enterprise Europe Network, e in particolare da uno dei soci della Rete europea, Bic Lazio, oltre 400 piccole imprese del settore biomedicale si sono confrontate con altri partner italiani e stranieri per sviluppare il loro mercato. Un’opportunità che la Rete della Commissione europea propone perché il tema dell’internazionalizzazione è diventato prioritario, spiega Guido Dominioni di Finlombarda, uno dei partner della Rete, per poter aiutare anche le piccole realtà a competere con la qualità delle loro idee su un mercato globale. Nel servizio anche un bilancio di questo metodo di fare affari tracciato direttamente dai protagonisti delle piccole imprese.

Da Bruxelles Dario Carella illustra come evolverà la rete ferroviaria europea entro il 2020, mentre da Potenza un servizio di Daniele Guido Gessa illustra il raggiungimento di un traguardo storico ottenuto dalla cooperazione fattiva fra Regione, Governo e Tranitalia, ovvero la possibilità di arrivare a Potenza ed in Basilicata in vista dell’appuntamento di Matera 2019, attraverso l’Alta Velocità e l’alta Capacita, un traguardo si può dire atteso da mezzo secolo.  

In chiusura il consueto appuntamento con “Opportunità Europa” con  Antonio Silvestri: un bando sul turismo marittimo transnazionale, offerte di impiego in diversi Paesi Ue, e come partecipare al Premio Carlomagno per la gioventù.