skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Le commissioni Bilanci e Libertà civili del PE in Turchia per l'emergenza rifugiati

Da lunedì 8 febbraio 2016 e fino a giovedì, due delegazioni delle commissioni Libertà civili e Bilanci del Parlamento europeo saranno in Turchia per valutare come il paese stia gestendo l'accoglienza dei rifugiati dalla vicina Siria.

© European Union 2016 - European Parliament
© European Union 2016 - European Parliament

La commissione Libertà civili

Gli eurodeputati di LIBE visiteranno un campo profughi, incontreranno le associazioni che danno sostegno ai rifugiati e parteciperanno a riunioni con interlocutori turchi, ONG internazionali e altri partner per valutare la situazione sul campo.

La delegazione sarà in Turchia da lunedì a giovedì, ed è composta da: Sylvie Guillaume (Capo della delegazione, S&D, FR), Peter Niedermüller (S&D, HU), Nathalie Griesbeck (ALDE, FR), József Nagy (PPE, SK), Tanja Fajon (S&D, SI), Frank Engel (PPE, LU) e Anna Maria Corazza Bildt (PPE, SE).

La commissione Bilanci

Gli eurodeputati della commissione Bilanci discuteranno l'uso dei fondi di preadesione UE con le autorità turche e analizzeranno l'uso di misure di sostegno comunitario per i rifugiati dalla Siria e dall'Iraq, visitando un campo profughi. Una conferenza stampa si terrà presso la delegazione dell'UE a Ankara martedì alle ore 15,00.

La delegazione, presente da lunedì a mercoledì, è formata dai deputati Jean Arthuis (ALDE, FR, capo della delegazione), José Manuel Fernandes (PPE, PT), Paul Rübig (PPE, AT), Inese Vaidere (PPE, LV), Jens Geier (S&D, DE), Jean-Paul Denanot (S&D, FR), Anders Vistisen (ECR, DK), Anneli Jäätteenmäki (ALDE, FI), Younous Omarjee (GUE/NGL, FR), Ernest Maragall (Greens, ES) e Marco Zanni (EFDD, IT).

 

Contesto:

Più di un milione di migranti e rifugiati sono entrati nell'Unione Europea nel 2015 attraverso la Turchia. A oggi vi sono più di 2,5 milioni di rifugiati in Turchia stessa. Alla fine di novembre 2015, l'UE e la Turchia hanno stretto un accordo per cercare di controllare i flussi migratori verso l'Europa. La Turchia riceverà un supplemento di € 3 miliardi dal bilancio degli stati membri dell'Unione Europea al fine di sostenere i rifugiati nel paese.

 .
Delegazione del PE in Turchia per valutare la risposta alla crisi dei rifugiati in Siria
 

Articolo pubblicato lunedì 8 febbraio 2016