skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

CIA: il PE chiede agli Stati membri di assicurare i responsabili alla giustizia

Nella risoluzione non vincolante approvata mercoledì, il Parlamento ha espresso serie preoccupazioni su "l'apatia mostrata dagli Stati membri e le istituzioni dell'UE" per quanto riguarda il riconoscimento di "molteplici violazioni dei diritti fondamentali e dei casi di tortura" che si sono verificate in territorio europeo tra il 2001 e il 2006. Nel testo, si chiede all'Italia di rinunciare al segreto di Stato per i membri del SISMI coinvolti nel caso del rapimento dell'imam egiziano Abu Omar.

Strasburgo, parlamento europeo. La bandiera a 12 stelle e l'interno dell'edificio. © European Union 2014 - European Parliament
© European Union 2014 - European Parliament

Nella risoluzione, approvata con 329 voti favorevoli, 299 contrari e 49 astensioni, i deputati invitano gli Stati membri dell'UE a "condurre indagini, assicurando la piena trasparenza, sulla presunta esistenza, sul loro territorio, di prigioni segrete che avrebbero ospitato detenuti nell'ambito del programma della CIA" I deputati sono preoccupati dal fatto che "l'indebita classificazione dei documenti" conduca "di fatto all'impunità degli autori delle violazioni dei diritti umani".

I deputati hanno invitato la Commissione e il Consiglio a riferire al Parlamento, prima della fine di giugno 2016, sui risultati delle indagini e delle azioni penali condotte negli Stati membri.

Leggi l'intero articolo
 

Pubblicato il 9 giugno 2016