skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Questa settimana a Bruxelles riunioni di commissioni e preparazione della Plenaria

In agenda questa settimana a Bruxelles i voti sulla protezione dei segreti commerciali, il miglioramento dei servizi portuali, il controllo delle spese UE e il recupero dei fondi perduti in caso di frode. I deputati si confronteranno su una controversa proposta del governo danese relativa ai rifugiati, valuteranno il rapporto annuale della BCE per il 2014 e i progressi di Serbia e Kosovo. I gruppi politici prepareranno la sessione plenaria della prossima settimana a Strasburgo. Per i giornalisti, il servizio stampa del PE ha organizzato un seminario sulla risposta dell'UE al terrorismo.

Bruxelles, una vetrata dell'edificio
Bruxelles, una vetrata dell'edificio

Un progetto di legge controverso proposto dal governo danese, sarà discusso lunedì in commissione per le libertà civili, giustizia e affari interni; il progetto prevede la possibilità per le autorità danesi, di sequestrare i beni di valore dei rifugiati al fine di pagare il loro soggiorno in Danimarca.

Lunedì saranno votate dalla commissione trasporti e turismo, le nuove regole per migliorare la qualità e l'efficienza dei servizi forniti agli utenti dei porti di mare, come le compagnie di navigazione. I deputati prenderanno posizione sulle misure proposte dalla Commissione europea riguardanti in particolare l'accesso al mercato dei servizi portuali, per migliorare la trasparenza delle infrastrutture, gli oneri e il finanziamento pubblico dei porti stessi.

Ancora lunedì, al voto commissione affari economici e monetari  una risoluzione in cui vengono valutate le attività 2014 della Banca Centrale Europea, in particolare la sua politica monetaria e il suo ruolo nella Troika.

Giovedì la commissione affari giuridici, durante un incontro informale tra Parlamento e Consiglio, voterà le nuove regole per sostenere le aziende nelle richieste di risarcimento legale contro il furto o l'abuso di segreti commerciali. I deputati assicurano che la libertà di espressione e d'informazione saranno protetti e che le nuove regole non saranno un limite al lavoro dei giornalisti.

Sarà votata dalla commissione di controllo dei bilanci, la proposta per migliorare i controlli sulle spese dell’UE e recupere i fondi europei persi a causa di frodi o spese irregolari. La  risoluzione si basa sulla relazione annuale 2014 della Commissione europea sulle prestazioni degli Stati membri e della Commissione stessa nel rafforzamento della lotta contro l'uso fraudolento dei fondi UE.

Sempre giovedì, con due risoluzioni al voto in commissione affari esteri, saranno valutati i progressi compiuti nel 2015 dalla Serbia nel suo cammino verso l'adesione all'UE e dal Kosovo sulle riforme per la costruzione del nuovo Stato.

Il briefing per la stampa con i portaparola dei gruppi politici al PE, è organizzato come sempre dal servizio stampa del Parlamento europeo a Bruxelles, venerdì alle ore 11 nella sala Anna Politovskaya.

 

Preparativi per la sessione plenaria

I gruppi politici si prepareranno per la sessione plenaria del 1°- 4 febbraio a Strasburgo. Tra i vari  argomenti segnaliamo i dibattiti con il Presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, sul prossimo vertice dell'UE, e con il presidente della BCE Mario Draghi, sulla relazione annuale della Banca Centrale Europea.

I gruppi prepareranno anche il voto sulle raccomandazioni del Parlamento europeo ai negoziatori dell'UE per l’accordo mondiale sul commercio dei servizi (TISA) e sulla creazione di una piattaforma europea per prevenire e monitorare il lavoro sommerso.

 

Seminario per la stampa

Martedì e mercoledì il servizio stampa del Parlamento europeo organizza un seminario sulla risposta dell'UE al terrorismo. La discussione si concentrerà sull'agenda europea in materia di sicurezza, sulle proposte di direttive per la lotta al terrorismo, la creazione di un sistema europeo di gestione dei dati personali dei passeggeri (PNR), di Europol, di controllo del commercio delle armi, di livello comune di sicurezza delle reti (NIS) e di protezione dei dati.

 

Articolo pubblicato il 25 gennaio 2016