skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Stesse garanzie per i minori nei processi penali in tutta l'UE

Le nuove norme per garantire che i minori indagati o accusati di un crimine ricevano un processo equo in qualsiasi Stato UE si trovino, sono state approvate mercoledì. La direttiva, già concordata con il Consiglio, stabilisce il diritto per i minori di diciotto anni a essere assistiti da un avvocato e accompagnati dal titolare della responsabilità genitoriale (o da un altro adulto idoneo) nel corso del procedimento.

"Il testo presenta un elenco di diritti e di garanzie per un modello comune europeo di giusto processo per i minori, in cui trovare un equilibrio tra la necessità di accertamento della responsabilità del crimine e quella di tenere in debita considerazione la vulnerabilità dei minori e le specifiche esigenze", ha dichiarato la relatrice Caterina Chinnici (S&D, IT). "Il risultato ottenuto rispecchia in modo significativo l'esperienza italiana in questo campo", ha aggiunto.

Il progetto di direttiva mira a garantire che i minori abbiano lo stesso diritto di comprendere e seguire i procedimenti giudiziari in tutta l'Unione europea. La situazione giuridica sul trattamento dei minori, infatti, varia molto fra Paese e Paese.

La direttiva è stata approvata con 613 voti favorevoli, 30 voti contrari e 56 astensioni.

Continua a leggere
 

Articolo pubblicato il 14 marzo 2016