skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Settimana di commissioni e Plenaria a Bruxelles

I deputati voteranno in Plenaria il bilancio europeo 2017 e l'accordo sullo scambio di dati personali fra forze di polizia europee e USA. Nelle commissioni, accesso ai contenuti online in tutti gli stati europei e avanzamento dell'iter per l'eliminazione delle tariffe di roaming telefonico.

Martedì, la commissione industria, ricerca ed energia voterà una proposta per le tariffe di roaming interoperatori, cioè le spese che ogni operatore fa pagare ad altri operatori per l'utilizzo delle sue reti. Queste tariffe avranno un impatto sul termine del roaming per gli utenti finali prevista per il 15 giugno 2017.    

La commissione giuridica voterà una bozza di legge per consentire a chi acquista contenuti online - come film, musica, libri o show televisivi - di poter utilizzare questi servizi anche quando si trovano temporaneamente in un altro Stato membro dell’Unione europea.

Un nuovo programma dell’Unione europea per aiutare i governi nazionali nei percorsi di riforme istituzionali, amministrative ed economiche, incluso un migliore impiego dei fondi europei, sarà al voto martedì in commissione sviluppo regionale. Questo nuovo strumento avrà un budget di 142.8 milioni di euro dal 2017 al 2020.

Mercoledì, una Conferenza dei Presidenti straordinaria (Presidente del Parlamento europeo e leader dei gruppi politici) incontrerà il negoziatore della Commissione europea con il Regno Unito, Michel Barnier.

La sessione Plenaria

Bruxelles - Interno dell'aula Plenaria del PE (© European Union 2016 - EP)
Bruxelles - Interno dell'aula Plenaria del PE (© European Union 2016 - EP)

Mercoledì gli eurodeputati discuteranno della revisione del budget a lungo termine dell’Unione europea (il cosiddetto Mff) con il Consiglio e la Commissione. Budget 2017 dell’Unione europea: miglior sostegno alle Pmi, ai trasporti e ai giovani.

Giovedì, il Parlamento voterà sul bilancio europeo per il 2017 in base all’accordo del 17 novembre con i governi nazionali.
Durante i negoziati, gli eurodeputati sono riusciti a ottenere un maggior sostegno per i giovani senza lavoro e fondi ulteriori in favore di iniziative chiave per le piccole e medie imprese, per progetti di infrastrutture e di ricerca e per L’Erasmus+ (mobilità degli studenti).

I Membri del Parlamento europeo discuteranno mercoledì e voteranno giovedì sulle nuove regole di protezione della privacy dei cittadini quando i dati personali vengono trasferiti dall’Unione europea agli Stati Uniti. Il cosiddetto "Accordo Ombrello" coprirà il trasferimento di tutti i dati personali così da poter perseguire gli attacchi criminali, inclusi quelli legati al terrorismo.

Gli eurodeputati discuteranno mercoledì e voteranno giovedì le linee guida sulla trasparenza per le dichiarazioni di interesse dei Commissari europei.  

Giovedì il Presidente tunisino, Beji Caid Essebsi, interverrà in plenaria alle ore 11,00.

Agenda del Presidente

Martedì, il Presidente Martin Schulz incontrerà il Primo Ministro della Moldavia, Pavel Filip, e l’inviato in Siria per le Nazioni Unite e la Lega Araba, Steffan de Mistura.
Incontrerà merocledì il Primo Ministro dell’Ucraina, Arseniy Yatsenyuk, e il Primo Ministro della Georgia, Giorgi Kvirikashvili.
Giovedì, Schulz vedrà il Presidente della Tunisia Beji Caid Essebsi. L’incontro sarà seguito da una conferenza stampa, subito dopo l’intervento di Essebsi in plenaria.

Seminario per giornalisti

L’Ufficio di informazione in Italia del Parlamento europeo organizza a Bruxelles un seminario per giornalisti di emittenti televisive e radiofoniche locali dal titolo “L’Europa delle regioni”. I giornalisti incontreranno diversi eurodeputati, con cui discuteranno i principali dossier attualmente in agenda al Parlamento europeo riguardanti le regioni, nonché rappresentanti della Commissione europea (Direttorato generale per lo Sviluppo regionale) e del Comitato delle Regioni.

 

Articolo pubblicato lunedì 28 novembre 2016