skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

I deputati europei per la difesa comune dell'UE

Il Parlamento europeo propone di destinare una quota di PIL alla difesa, di creare forze multinazionali e un quartier generale operativo per pianificare le operazioni comuni e consentire all'UE di agire dove la NATO non sia disposta a farlo.

Voto in plenaria a Strasburgo
Strasburgo: voto in plenaria - © European Union 2016 - European Parliament© European Union 2016 - European Parliament

Votata martedì in plenaria la risoluzione sull’Unione europea della difesa, approvata con 369 voti in favore, 255 voti contrari e 70 astensioni.

Nel documento si ricorda che negli ultimi anni la situazione della sicurezza all'interno e attorno all'Europa è peggiorata e che nessun Paese è in grado di affrontare il problema da solo. La solidarietà e la resilienza richiedono dunque all'UE l'adozione di posizioni e azioni comuni e sistematiche.

Secondo il Parlamento europeo, di fronte a terrorismo, insicurezza informatica ed energetica, i Paesi UE sono costretti a intensificare i loro sforzi nel campo della sicurezza e della difesa, aprendo così la strada a un’Unione europea della difesa.

Il relatore Urmas Paet (ALDE, ET) ha sottolineato che "è arrivato il momento di muoversi verso una politica europea di difesa che funzioni."

Leggi l'intero articolo