skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Il PE propone nuovi limiti nazionali a emissioni inquinanti

Il Parlamento europeo ha approvato i nuovi limiti nazionali, da raggiungere entro il 2030, per le emissioni delle principali sostanze inquinanti tra cui NOx, particolato e biossido di zolfo. I tetti sono già informalmente concordati con la Presidenza del Consiglio dei Ministri UE.

L'inquinamento atmosferico provoca circa 400 mila morti premature all'anno in Euorpa ed è, ha dichiarato la relatrice Julie Girling (ECR, UK), "la prima causa ambientale di morte nell'UE".

La nuova normativa, approvata con 499 voti a favore, 177 contrari e 28 astensioni, stabilisce gli impegni nazionali per la riduzione di vari tipi di
emissioni: biossido di zolfo (SO2), ossidi di azoto (NOx), composti organici volatili non metanici (COVNM), ammoniaca (NH3) e particolato fine (inferiore a un diametro di 2,5 micrometri).

L'impatto dell'inquinamento atmosferico sulla salute potrebbe essere ridotto di circa il 50% entro il 2030.

Leggi l'intero articolo