skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

RegionEuropa - Domenica 6 novembre 2016, ore 11.30 su Rai 3

Settimanale della TGR RAI dedicato all'attualità europea, con focus sui territori locali italiani e le loro istituzioni a confronto con quelle dell'Unione europea, secondo il principio di sussidiarietà, uno dei pilastri della costituzione dell'UE e del Trattato Interistituzionale in vigore.

Banner di RegionEuropaBanner con il logo della Trasmissione con  sullo sfondo delle finestre adornate di fiori
Banner con il logo della Trasmissione con sullo sfondo delle finestre adornate di fiori

La lotta alle mafie e alla criminalità organizzata si avvia a diventare una priorità in tutti i paesi dell’Unione Europea attraverso il riconoscimento del reato associativo, esistente, per lo più, sin’ora solo in Italia: nel corso dell’ultima sessione plenaria svoltasi a Strasburgo, gli europarlamentari hanno approvato a larga maggioranza una risoluzione che invita l’esecutivo, ossia la Commissione Europea, a rivedere la legislazione attuale, fissando norme comuni che riguardino soprattutto la confisca dei beni mafiosi, anche questa sin’ora una prerogativa della sola legislazione italiana. L’iniziativa è partita dal gruppo del M5S all’Europarlamento.

E’ questo il tema di apertura di RegionEuropa, il settimanale europeo della TGR RAI a cura del Vice Direttore Dario Carella in collaborazione con Antonio Silvestria, in onda la domenica su Rai3 dalle 11,30 a mezzogiorno e in live streaming ai siti http://www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.blog.rai.it.

In studio a Milano, Nando Dalla Chiesa, docente all’Università Statale di Milano di sociologia della criminalità organizzata e presidente onorario di “Libera”, spiegherà l’importanza che riveste questa decisione, raccontando la sua esprerienza di docente su questi temi nelle Università di Berlino e Monaco; da Strasburgo la Capogruppo del M5S al Parlamento Europeo Laura Ferrara racconterà in quale modo si è giunti a far votare la risoluzione, ed in che modo sono state superate le perplessità dei deputati degli altri paesi, a partire da quelli tedeschi, che avevano sempre rifiutato di far accogliere nella loro legislazione i reati associativi.

Il settimanale europeo della Tgr propone quindi un’ampia pagina dedicata ai nuovi successi dell’agroalimentare italiano: Roberta Marilli della redazione siciliana della Testata Regionale racconta come il pomodoro datterino di Pachino ha ottenuto la denominazione europea IGP, Dario Carella da Bruxells come l’Olio Sicilia ha ottenuto il medesimo marchio di alta qualità, mentre un reportage di Antonio Silvestri spiegherà come il nostro paese sia al primo posto in Europa per chiarezza, veridicità e attenzione al consumatore nell’etichettatura degli alimenti, grazie alla quale abbiamo il record europeo nella descrizione della filiera di un prodotto.

Sempre local e territori nell’intervista al Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi che spiega come la sua regione sta sviluppando i progetti dei fondi strutturali 2014-2020; delle iniziative in corso, soprattutto nelle scuole, in vista del 60esimo anniversario  dei Trattati di Roma parla invece il direttore dell’Ufficio del Parlamento Europeo in Italia Gian Paolo Meneghini.

Concluderà RegionEuropa Antonio Silvestri curatore dello spazio “Imprese e Territori”.

 

RegionEuropa - Domenica 6 novembre 2016, ore 11.30 su Rai 3

RegionEuropa è il settimanale della TGR RAI dedicato ai temi dell'attualità europea, con un focus specifico sui territori locali italiani e le loro istituzioni di prossimità a confronto con quelle dell'UE, dalla Commissione al Parlamento europeo al Comitato delle Regioni, secondo quel principio di sussidiarietà che è uno dei pilastri della costituzione materiale dell'Unione e del Trattato Interistituzionale in vigore.

Banner di RegionEuropaBanner con il logo della Trasmissione con  sullo sfondo delle finestre adornate di fiori
Banner di RegionEuropa

La lotta alle mafie e alla criminalità organizzata si avvia a diventare una priorità in tutti i paesi dell’Unione Europea attraverso il riconoscimento del reato associativo, esistente, per lo più, sin’ora solo in Italia: nel corso dell’ultima sessione plenaria svoltasi a Strasburgo, gli europarlamentari hanno approvato a larga maggioranza una risoluzione che invita l’esecutivo, ossia la Commissione Europea, a rivedere la legislazione attuale, fissando norme comuni che riguardino soprattutto la confisca dei beni mafiosi, anche questa sin’ora una prerogativa della sola legislazione italiana. L’iniziativa è partita dal gruppo del M5S all’Europarlamento.

E’ questo il tema di apertura di RegionEuropa, il settimanale europeo della TGR RAI a cura del Vice Direttore Dario Carella in collaborazione con Antonio Silvestria, in onda la domenica su Rai3 dalle 11,30 a mezzogiorno e in live streaming ai siti http://www.rainews.it/TGR e www.regioneuropa.blog.rai.it.

In studio a Milano, Nando Dalla Chiesa, docente all’Università Statale di Milano di sociologia della criminalità organizzata e presidente onorario di “Libera”, spiegherà l’importanza che riveste questa decisione, raccontando la sua esprerienza di docente su questi temi nelle Università di Berlino e Monaco; da Strasburgo la Capogruppo del M5S al Parlamento Europeo Laura Ferrara racconterà in quale modo si è giunti a far votare la risoluzione, ed in che modo sono state superate le perplessità dei deputati degli altri paesi, a partire da quelli tedeschi, che avevano sempre rifiutato di far accogliere nella loro legislazione i reati associativi.

Il settimanale europeo della Tgr propone quindi un’ampia pagina dedicata ai nuovi successi dell’agroalimentare italiano: Roberta Marilli della redazione siciliana della Testata Regionale racconta come il pomodoro datterino di Pachino ha ottenuto la denominazione europea IGP, Dario Carella da Bruxells come l’Olio Sicilia ha ottenuto il medesimo marchio di alta qualità, mentre un reportage di Antonio Silvestri spiegherà come il nostro paese sia al primo posto in Europa per chiarezza, veridicità e attenzione al consumatore nell’etichettatura degli alimenti, grazie alla quale abbiamo il record europeo nella descrizione della filiera di un prodotto.

Sempre local e territori nell’intervista al Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi che spiega come la sua regione sta sviluppando i progetti dei fondi strutturali 2014-2020; delle iniziative in corso, soprattutto nelle scuole, in vista del 60esimo anniversario  dei Trattati di Roma parla invece il direttore dell’Ufficio del Parlamento Europeo in Italia Gian Paolo Meneghini.

Concluderà RegionEuropa Antonio Silvestri curatore dello spazio “Imprese e Territori”.