skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Servizi pubblici online più accessibili per disabili e anziani

Le nuove norme approvate dal Parlamento europeo dovrebbero facilitare l’accesso ai siti web delle amministrazioni pubbliche per disabli e anziani, per operazioni come la dichiarazione dei redditi, richiedere un’indennità, pagare le tasse o iscriversi all'università.

Mani su una tastiera nel compiere un'operazione di pagamento online
Mani su una tastiera nel compiere un'operazione di pagamento online

"Oggi, abbiamo fatto sì che l'e-government sia accessibile a tutti. Proprio come gli edifici governativi dovrebbero essere accessibili a tutti, così dovrebbe essere anche per i gateway digitali. Abbiamo risolto il lato pubblico di accessibilità del web, ma Internet è molto più di siti web e applicazioni di governo. Abbiamo bisogno di una riforma anche per il mondo privato dei servizi, dalle banche alle stazioni televisive agli ospedali privati. Mi auguro che si possa presto adottare l'Atto europeo sull'accessibilità, in modo che sia i servizi pubblici sia quelli privati siano accessibili a tutti i nostri cittadini", ha affermato la relatrice Dita Charanzová (ALDE, CZ).

Dal momento della pubblicazione della direttiva sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, gli Stati membri dovranno recepirla nella loro legislazione nazionale entro 21 mesi dalla data dell’entrata in vigore della direttiva. Avranno poi 12 mesi di tempo per applicare le disposizioni ai nuovi siti web, 24 mesi per i siti web esistenti e 33 mesi per le applicazioni mobili degli enti pubblici.

Leggi l'intero articolo
 

Pubblicato il 26 ottobre 2016