skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Vietare l'esportazione di strumenti di tortura

Approvato l'aggiornamento delle norme UE per impedire il commercio di strumenti che possono contribuire a tortura o pena di morte. Il PE ha inserito divieti di commercio e transito di attrezzature per il trattamento crudele e degradante delle persone nei Paesi terzi.

Strasburgo: il logo delle Elezioni europee 2014
Strasburgo: il logo delle Elezioni europee 2014 "Act, React, Impact - Agire, reagire, decidere" su uno degli edifici del PE

"Vietare la pena di morte e la tortura sono obiettivi fondamentali del commercio europeo e della politica estera ed è essenziale che le imprese dell'UE non contribuiscano a queste pratiche. Abbiamo reso la nuova legislazione più forte e flessibile, in modo che l'UE possa rispondere rapidamente allo sviluppo di nuove tecnologie", ha dichiarato la relatrice Marietje Schaake (ALDE, NL) prima della votazione.

Il testo concordato è stato approvato con 612 voti favorevoli, 11 contrari e 54 astensioni.

Dopo l'approvazione da parte del Consiglio, il regolamento entrerà in vigore il terzo giorno dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale UE. La Commissione europea riferirà al Parlamento sull’applicazione delle nuove regole entro l’agosto 2020.

Leggi l'intero articolo
 

Pubblicato il 4 ottobre 2016