skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Il dopo-dibattito sullo Stato dell'Unione europea

l populismo, la disoccupazione, l'ineguaglianza sociale, la crisi dei rifugiati, la Brexit e la lotta al terrorismo tra le sfide per l'UE. Il Presidente della CE Juncker ne ha discusso durante il suo discorso annuale sullo Stato dell’Unione, con i leader dei gruppi politici e gli altri deputati.

Il Presidente della CE Juncker durante la discussione davanti alla plenaria del PE © European Union 2016 - European Parliament
Il Presidente della CE Juncker durante la discussione davanti alla plenaria del PE © European Union 2016 - European Parliament"
 .

Il Presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, prima di dare la parola al Presidente della Commissione Jean-Claude Juncker, ha ricordato che il dibattito sullo Stato dell'Unione rappresenta un momento molto importante nel lavoro del Parlamento, specialmente in tempi in cui potremmo essere testimoni di cambiamenti fondamentali e a solo due giorni dal Vertice di Bratislava.

Il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha iniziato il suo discorso elencando le principali sfide che l’UE si trova ad affrontare oggi: frammentazione, populismo, disoccupazione e ineguaglianza sociale.

L'intero articolo e la registrazione degli interventi su questo link
 

Artiocolo pubblicato il 14 settembre 2016