skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

ReACT

 .

ReACT è un'iniziativa del Parlamento europeo nel contesto delle Elezioni che si terranno nel 2014. ReACT prevede una serie di 5 conferenze interattive che hanno lo scopo di focalizzare l'attenzione di opinion leader e membri della società civile su importanti argomenti legati al rafforzamento dell'Europa. Tramite questa iniziativa, il Parlamento europeo intende creare una piattaforma per il dibattito e lo scambio, in cui possano emergere nuove idee per trovare soluzioni ai problemi odierni.

Già ai tempi dell'Impero, i Romani avevano migliorato la qualità di vita di molti popoli, con lo sviluppo di sistemi viari che collegavano i vari paesi europei, nonché di sistemi fognari e acquedotti che consentivano di accedere con facilità all'acqua potabile.

Allora come oggi, Roma è un vivace centro culturale, artistico e commerciale e rappresenta in vari modi le molteplici sfaccettature dello "stile di vita europeo". Per questo motivo, la città costituisce la sede ideale per la quarta conferenza ReACT sulla "Qualità della vita in Europa: passato, presente e futuro", in cui verrà discusso il ruolo che la UE riveste nella vita quotidiana dei cittadini e nel loro benessere. ReACT Roma offrirà la possibilità di discutere delle sfide nate dalle sempre maggiori richieste del mercato e dalla pressione sui sistemi sanitari, sulle catene di fornitura degli alimenti e sull'ambiente. 

 

Come partecipare?

Le iscrizioni sono chiuse. È stata raggiunta la massima capienza della sala.
Vi preghiamo di partecipare seguendo la diretta streaming il 23 gennaio 2014 alle ore 20 e dialogando con gli ospiti via Twitter con #reactroma

Le iscrizioni sono chiuse. È stata raggiunta la massima capienza della sala.
Vi preghiamo di partecipare seguendo la diretta streaming il 23 gennaio 2014 alle ore 20 e dialogando con gli ospiti via Twitter con #reactroma.
La conferenza ReACT verrà trasmessa in diretta (Live streaming) accedendo alla nostra pagina web il 23 gennaio 2014 alle ore 20,00.

 

Sostenibilità, sicurezza degli alimenti e salute: la qualità di vita secondo lo stile europeo

Sostenibilità

In che modo l'UE contribuisce a soddisfare le necessità dei suoi cittadini nel presente senza mettere a repentaglio la possibilità delle generazioni future di soddisfare le proprie? In altri termini, come è possibile garantire una migliore qualità di vita per tutti, adesso e in futuro? In che modo il principio di sostenibilità può dare impulso a profondi cambiamenti di pensiero nelle strutture economiche e sociali e negli schemi di consumo e produzione? In che modo devono essere presi in considerazione i cambiamenti climatici con l'UE in prima fila nella protezione ambientale?

Sicurezza degli alimenti

Lo sforzo della UE per garantire la sicurezza degli alimenti e la salute di vegetali e animali nei vari paesi che la compongono è strettamente correlato agli schemi di consumo e produzione. Com'è possibile garantire il corretto funzionamento dei singoli mercati proteggendo al contempo gli interessi e la salute dei consumatori? 

Salute

Oltre a essere un valore di per se, la salute è una condizione imprescindibile per la prosperità economica. Una popolazione in buona salute è un prerequisito per garantire un'economia intelligente e sostenibile che promuova la crescita di tutti. Com'è possibile rafforzare la cooperazione e il coordinamento nel settore sanitario fra i paesi dell'UE? Qual è il modo migliore per affrontare il problema di una società che invecchia e la necessità di sistemi sanitari più sostenibili? 

 

 

Sostenibilità

Revisione della Politica Agricola Comune (PAC)

Grazie ai nuovi criteri di regolamentazione agricola, noti anche come Politica Agricola Comune, il Parlamento europeo ha spinto per assicurare generi alimentari di alta qualità a prezzi accessibili, ripopolamento delle aree rurali e supporto per gli agricoltori e gli allevatori. Gli Eurodeputati hanno approvato una norma in base alla quale solo gli agricoltori e gli allevatori attivi possono ricevere un pagamento diretto; hanno anche dato ulteriore impulso alla sostenibilità ambientale e fornito aiuto ulteriore ai giovani agricoltori.

Approvata politica agricola UE 2014-2020: sarà più equa e più ecologicaRiforma della politica agricola come approvata dal Parlamento (EN)

Biocarburanti

Durante lo scorso mese di settembre, gli Eurodeputati hanno proposto il modo per incentivare e velocizzare il passaggio dalla tradizionale produzione di biocarburanti a una generazione di prodotti ricavati da fonti alternative, come alghe e rifiuti. Queste misure mirano alla riduzione delle emissioni di gas serra dei biocarburanti e a riconvertire i terreni agricoli attualmente destinati alla produzione di biocarburanti in aree per la coltivazione di prodotti alimentari.

Il Parlamento europeo sostiene la transizione verso biocarburanti più moderni

Riduzione delle emissioni di CO2 degli autoveicoli

Nei primi mesi di quest'anno, il target di riduzione a 95 g di CO2/km entro il 2020 delle emissioni medie degli autoveicoli è stato ribadito in un accordo stipulato dai negoziatori per il Parlamento europeo. L'accordo prevede incentivi per produttori di auto per la produzione di veicoli puliti e sanzioni per quelli che invece non soddisferanno i nuovi requisiti.

Emissioni di CO2 degli autoveicoli: gli Eurodeputati raggiungono un'intesa con la Presidenza lituana del Consiglio dell'UE (EN)

Sistema di scambio di quote emissione

Il Parlamento europeo intende bloccare la messa all'asta di alcuni permessi di emissione di CO2 per incentivare le aziende a investire nelle innovazioni a basse emissioni di anidride carbonica. Gli Europarlamentari hanno approvato misure più rigide per il congelamento al fine di ripristinare l'effetto degli incentivi del Sistema di scambio di quote, sviluppato per ridurre le emissioni di gas serra, e affrontare il problema dei cambiamenti climatici. 

Cambiamenti climatici: il Parlamento approva misure per sostenere i prezzi dei permessi CO2
 

Sicurezza degli alimenti

Etichettatura dei prodotti alimentari

Già nel 2012, il Parlamento europeo ha approvato normative per garantire che i consumatori fossero in grado di scegliere i prodotti alimentari in modo più consapevole e salutare. Grazie alle norme europee sull'etichettatura dei prodotti alimentari, i produttori devono ora indicare chiaramente gli ingredienti dei prodotti, come il contenuto calorico e i grassi, per facilitare la scelta dei consumatori.

Imballaggi alimentari: informazioni più chiare e leggibili per i consumatori

Etichettatura dei prodotti alimentari per l'infanzia

Nei primi mesi di quest'anno, gli Eurodeputati hanno stabilito che i consumatori riceveranno migliori informazioni sul contenuto e gli ingredienti del latte per neonati e i prodotti alimentari destinati a fini medici. Grazie a tali norme, i consumatori saranno più protetti e avranno meno difficoltà a distinguere chiaramente i prodotti alimentari destinati al normale consumo e quelli per gruppi specifici. 

Nuove regole per alimenti per l'infanzia, alimenti per diete speciali e cibo a basso contenuto calorico

Etichettatura dei succhi di frutta

Gli Eurodeputati sono consapevoli del fatto che i consumatori desiderano ricevere indicazioni chiare sulla differenza fra un "succo di frutta" e un "nettare", nonché sull'eventuale presenza di dolcificanti. Pertanto, il Parlamento europeo ha approvato norme di etichettatura più attente ai consumatori per evitare nomenclature potenzialmente fuorvianti per i succhi di frutta misti e le diciture "senza zuccheri aggiunti".

Etichettatura alimentare: nuove regole per i succhi di frutta
 

Salute

Misure protettive contro i medicinali contraffatti

Gli Eurodeputati hanno introdotto misure per prevenire l'immissione di medicinali contraffatti nella filiera legale europea. Le vendite su Internet saranno regolamentate da norme che introducono anche nuove misure di protezione e tracciabilità, nonché sanzioni per i contraffattori.

Medicinali contraffatti: nuove norme per proteggere i pazienti

Assistenza sanitaria all'estero

Il Parlamento europeo ha votato alcune norme per garantire che i cittadini dell'UE possano ricevere assistenza sanitaria negli altri Stati membri ed essere rimborsati se l'eventuale terapia e i relativi costi sono coperti nel proprio paese di residenza.

Norme più chiare per le cure sanitarie all'estero

Revisione della direttiva sul tabacco

Evitare che i giovani inizino a fumare è l'obiettivo principale di un aggiornamento delle normative europee sui prodotti del tabacco approvato dagli Eurodeputati. La revisione della direttiva corrente prevede di rendere meno appetibile il fumo, vietando l'utilizzo di aromatizzanti e aggiungendo avvertenze più chiare e leggibili.

Tabacco: avvertenze ingrandite, aromi vietati, e-sigarette regolate

Dispositivi medici

Il Parlamento europeo è attualmente in fase di negoziazioni con i ministri dell'UE per la legislazione relativa ai dispositivi medici quali impianti e protesi, per richiedere controlli di sicurezza e qualità sempre più approfonditi. Gli Eurodeputati hanno inoltre richiesto norme di sicurezza più severe sui dispositivi utilizzati nei test di gravidanza e dell'HIV.

Dispositivi medici: miglioramento dei controlli e della tracciabilità per garantire la sicurezza dei pazienti
 

Moderatore e oratori

Mario Tozzi

Nato a Roma il 13/12/1959, diplomato in maturità classica, laureato in Scienze Geologiche (110/110 e lode) e Dottore di Ricerca in Scienze della Terra (PhD), è attualmente Primo Ricercatore presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria) e si occupa dell'evoluzione geologica del Mediterraneo centro-orientale, studiando le deformazioni delle rocce per ricostruirne la storia nel passato più lontano.

È autore di decine di pubblicazioni scientifiche su riviste italiane e internazionali, di guide geologiche e di dispense per i corsi universitari. Dal 2006 al 2011 è stato Presidente dell'Ente Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano. Dal 2013 è Commissario del Parco dell'Appia Antica. È membro del Consiglio Scientifico del WWF. Ha condotto su RadioDueRai il programma radiofonico Tellus e attualmente collabora con l'emittente Radio-Radio. Conduce la trasmissione "Atlantide" su La7, dopo aver condotto sulla stessa emittente "Allarme Italia" e "La Gaia Scienza". Tra i numerosi programmi televisivi e documentari che ha realizzato: "Terzo Pianeta", "Gaia - il pianeta che vive", "King-Kong", oltre a 10 documentari di 30' "La Via Francigena" per Rai Giubileo-RaiTre. Ha inoltre condotto per Rai International una serie di 120 documentari. Ha collaborato a "Geo & Geo" su RaiTre. Attualmente scrive su La Stampa di Torino, su Vanity Fair e sulla rivista delle Coop Consumatori. Ha collaborato con National Geographic, Newton, Natura e Oasis.

Come divulgatore scientifico ha sviluppato diversi progetti sulla comunicazione di temi ambientali di forte e spesso drammatica attualità, quali il risparmio energetico, il riciclaggio dei rifiuti, il risparmio idrico e la situazione ecologica del pianeta.

 

 

Riccardo Valentini

Laureato in Fisica nel 1985, nel 1987 è diventato Ricercatore presso Università della Tuscia. Nel periodo tra il 1990-1991 ha svolto attività di ricerca  presso il Department of Plant Biology della Carnegie Institution of Washington (Stanford, California - USA) e, nel 1993-1994, ha lavorato presso il Joint Research Center della Commissione Europea (Ispra, Varese). Dal 2000 è Professore ordinario presso l'Università degli Studi della Tuscia (Dipartimento di Scienze dell'Ambiente Forestale e delle sue Risorse). Nel 2002 è diventato Direttore del Dipartimento di scienze dell’Ambiente Forestale e delle sue Risorse. 

L'attività di ricerca del prof. Riccardo Valentini riguarda una serie di temi principalmente nel settore dell'ecologia, delle superfici forestali e delle problematiche connesse con l'attuazione delle convenzioni internazionali per la salvaguardia dell'ambiente globale. È membro degli esperti del Ministero dell'Ambiente e Territorio per la negoziazione del Protocollo di Kyoto. Nel 2000 è stato nominato come esperto dell'IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), gruppo insignito del Premio Nobel. Nel 2004 le Nazioni Unite gli affidano l'incarico di Presidente del Comitato Scienza e Tecnologia della convenzione ONU per la lotta alla desertificazione. Ulteriori riconoscimenti del prof. Valentini comprendono l'incarico di Presidente della commissione del CNR per i Cambiamenti Globali, membro del comitato scientifico del Max Plank Insitute di Biogeochimica (Jena, Germania), del Centre for Terrestrial Carbon Dynamics (Sheffield, UK), del Consiglio di amministrazione del Centro Euromediterraneo sui Cambiamenti Climatici e presidente del Panel TCO (Terrestrial Carbon Observation) del programma GTOS presso la FAO. Nel 2007 ha ricevuto la laurea Honoris Causa in Scienze Agrarie presso l'Università di Gembloux. Attualmente è Consigliere presso la Regione Lazio.

 

Michele Mirabella

Laureato in Lettere e Filosofia (cum laude) e, ad honorem, in Farmacia. Regista, autore e attore di teatro, radio, cinema e televisione. Docente, saggista e giornalista. Lavora dal 1973 presso la RAI dopo aver vinto una borsa di studio.

Ha firmato la regia di oltre cinquanta spettacoli teatrali (tra gli autori: Goldoni, Plauto, Aristofane, Brecht, Shakespeare, Pirandello), diretto allestimenti e recitato in teatri stabili e in numerose compagnie primarie in tutta Italia, in Europa e negli Stati Uniti. Nella sua attività di regista d'opera ha messo in scena "Traviata", "Tosca", "Butterfly", "Histoire du soldat", "La marescialla d'Ancre", "L'Elisir d'amore", "Il Barbiere di Siviglia", "Don Pasquale", "Manon Lescaut", "Lucia di Lammermoor", "Il tabarro", "Cavalleria rusticana", "Zanetto", "Rigoletto", "L'Italiana in Algeri", "Il Pipistrello" e inoltre opere di Strawinsky, De Falla, Traetta, Piccinni, Duni, Nini, Philidor.

Ha lavorato per il cinema (circa trenta film) e per la pubblicità come regista, sceneggiatore e attore. Ha svolto un'intensa attività di documentarista. Per la radio e la televisione ha firmato, sia come regista che come autore e conduttore, migliaia di ore di trasmissione e programmi di grande successo di critica e pubblico, riconosciuti con premi di prestigio. Mirabella ha inoltre scritto su numerose testate giornalistiche nazionali tra le quali La Gazzetta del Mezzogiorno, Il Messaggero, La Domenica del Corriere e il Venerdì di Repubblica. Attualmente conduce "Elisir", un programma di divulgazione scientifica e medica, giunto alla 500ma puntata, e "Apprescindere", entrambi su Rai Tre. È stato membro del Consiglio di amministrazione e consulente presso la Fondazione "Petruzzelli e teatri di Bari", con la quale attualmente collabora come regista, così come membro del Consiglio amministrazione dell'Auditorium Parco della Musica di Roma; inoltre è attualmente Presidente del Comitato AIRC della Regione Puglia e Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

 

Carlo Cracco

Nato a Vicenza nel 1965, ha frequentato l'I.P.C. a Recoaro Terme, vicino Vicenza. Nel 1986 comincia la sua carriera professionale da Gualtiero Marchesi a Milano, il primo ristorante italiano che raggiunge tre stelle Michelin. In un seocndo tempo Cracco lavora presso la "Meridiana" di Garlenda (Savona), hotel di charme della catena Relais & Chateux di Savona. Si trasferisce poi per 3 anni in Francia, dove ha l'opportunità di conoscere i segreti della cucina francese sotto la guida di Alain Ducasse (Hotel de Paris) e Lucas Carton (Senderens, Paris). Successivamente Cracco torna in Italia, a Firenze, dove diventa primo chef all'Enoteca Pinchiorri, che durante la sua gestione ottiene le tre stelle Michelin. In serguito a quest'esperienza  si sposta in Piemonte dove apre il ristorante "Le Clivie", a Piobesi d’Alba (Cuneo) e, dopo un solo anno, guadagna la stella Michelin.

Qualche anno dopo, accetta l'invito della famiglia Stoppani, proprietaria del negozio di gastronomia più famoso di Milano dal 1883, per l'apertura del ristorante Cracco-Peck, dove Cracco assume  il ruolo di Chef Executive. Il ristorante è aperto dal 2001, in un edificio elegante nel centro storico di Milano; con il suo arrivo il ristorante ha guadagnato due stelle Michelin, 18,5/20 per l'Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Nel 2007 è stato nominato uno dei 50 migliori ristoranti al mondo. Da luglio 2007 Carlo Cracco è Chef Patron del Ristorante Cracco. Infine, è anche uno dei tre giudici del noto reality show "Masterchef Italia".

Carlo Cracco ricopre attualmente il ruolo di presidente dell'Associazione Maestro Martino, associazione no-profit il cui obiettivo principale è quello di promuovere la Cucina d'Autore e le eccellenze del nostro territorio (www.maestromartino.it)

 

Ricetta del giorno

Carlo Cracco ci ha proposto tre ricette della tradizione italiana, reinterpretate in maniera creativa, a modo suo insomma. Vi invitiamo a provare: il tuorlo d'uovo fritto con la trippa di baccalà, gli spaghetti all'uovo con aglio olio e peperoncino, il risotto al limone con acciughe e cacao.